Solare o legale è un’ora maledetta!

L’hanno chiamata legale ma per noi non ha nulla di legale, anzi è una vera e propria truffa.Si permettono di spostare le lancette una volta in avanti, una volta indietro, così come se niente fosse, facendosi gioco di quell’ora che scompare nel nulla,e di cui non sapremo più niente.Ma dove stavano loro quando noi imploravamo in ginocchio di riportarci indietro nel tempo non di tanto, sarebbe stato chiedere troppo, ma di un’ora, solo un’ora, così per guardarlo un’ultima volta, e imprimerci nella mente tutto ciò che in un’ora ci era potuto sfuggire? Di darci la possibilità di dirgli ciò che avevamo dato per scontato e avevamo taciuto per accorgerci subito dopo quanto invece gli avrebbe fatto piacere?Oppure per ritardare quella citofonata maledetta e darci la possibilità di finire la cena, quell’ultima cena in serenità.Un’ora indietro, e non chiamatela solare, vi prego, per darci la possibilità di scovare quell’intenzione di farla finita che si annidava dietro il suo sguardo, mescolandosi alla sua muta disperazione. No, non ci è stato concesso.Ora da un giorno ha fatto il suo ingresso l’ora cosiddetta legale.Si salta un’ora e…buonanotte! Ma che problema c’è’? Ma che ne sanno loro quanto quell’ora sparita nel nulla a noi ci seviva! Quanto l’abbiamo invocata, quando macinando chilometri e chilometri di strada, nella notte, imploravamol’orologio di andare piano, per permetterci di vederlo per l’ultima volta, potergli accarezzare la mano, sotto quel lenzuolo di ghiaccio eppure non sempre ce l’abbiamo fatta. Le lancette erano sorde e non si sono mosse a pietà.Quell’ora brutalmente saltata ci serviva per ritardare l’arrivo di quelli che se lo sarebbero portato via per sempre.Ma che ne possono sapere loro quanto ci è sembrata breve a noi quella sosta vicino a lui che sembrava sorriderci e non ce lo siamo potuto godere appieno, sì perchè di quel figlio noi ci volevamo godere anche quella smorfia che a noi sembrava un sorriso, perchè le porte si sarebbero chiuse e noi dovevamo ritornare a casa, da soli, senza di lui,per la prima volta!No, quell’ora doveva rimanere al suo posto per darci la possibilità di poter chiedere se ancora sull’asfalto in attesa di soccorsi, lui ci aveva chiamati!Un’ora con il proprio figlio prima di vederlo scomparire per sempre è un dono che tanto avremmo desiderato ricevere ma che ci è stato negato. Anche quello!
Con affetto e tanta commozione Luciana Orsatti

4 Risposte to “Solare o legale è un’ora maledetta!”

  1. AMBRA scrive:

    Ma come fai carissima Luciana, ogni volta che scrivi queste parole così tremende e profonde, a farmi piangere disperatamente per ore, come fai?

    Hai un dono miracoloso tu, il dono di poter esprimere con parole così immense ed uniche tutto il dolore, il rancore, lo struggimento e l’impotenza di fronte a queste disperazioni che ci ha riservato il destino!

    Leggerti è come vedere e sentire il nostro cuore che parla da solo e piange e dice, dice,dice…
    tutto il tormento che accumuliamo ora dopo ora, giorno dopo giorno anno dopo anno, all’infinito..
    e’ come rendersi conto per l’infinitesima volta che non abbiamo potuto più fare nulla, nè per tornare indietro, nè per fermare l’attimo, nè per avere un domani.

    sei unica, carissima Luciana , e ora che so come sei fisicamente, che so come sono dolci e comprensivi i tuoi occhi, dopo aver letto ciò che scrivi ogni volta, vorrei essere stretta in un abbraccio da te, anche se io sono più vecchia di età , ma sento che le parole che tu scrivi mi avvolgono in un abbraccio di consolazione e condivisione.
    Tu, condividendo tutti i dolori e le disperazioni dei genitori orfani dei propri figli, sia vedendoli e parlando loro di persona, che scrivendo tutto ciò che scrivi, senti nel tuo cuore il tormento dei nostri cuori, per questo sai dire queste parole che leggiamo e che io, cerco spesso per sentirti in qualche modo vicina a me per consolarmi.
    Grazie cara amica così lontana, ma cosi’ sensibile e vicina.
    Che Dio ti benedica e ti premi per tutto il bene che fai alle nostre anime smarrite!
    Ti abbraccio forte forte.

    ambra

  2. Cara Ambra, a commuovermi sono io! Rimango così spiazzata quando mi dici che so leggere nei vostri cuori.Sì è vero so leggere, non lo nascondo, e siccome per tutte le altre aree della mia vita sono un’imbranata totale, lo sono sempre stata, ora rispondo così” Sì è vero, non l’ho saputo fare, oppure non sono capace di… e poi aggiungo: ma che volete? Io però so leggere l’anima…e voi?”Spero di averti strappato un sorriso, carissima amica mia, ti avverto come un’ombra che cammina sempre accanto a me e oltre ad esserne orgogliosa, mi sento sempre in compagnia.Ti abbraccio forte, continua a scrivermi, ti voglio un mondo di bene!

  3. AMBRA scrive:

    Saper leggere nei cuori e nelle anime e di conseguenza saperle consolare è un dono divino che trascende a qualsiasi altra cosa , nella mia lunga vita non ho mai incontrato alcuna persona che sapesse esprimere ciò che sai dire tu! grazie , grazie di esistere e grazie a Dio , perchè nel mio immenso dolore disperato mi ha guidata ad incontrarti su questo spazio e ad acquisire una meravigliosa amica che mi sa dire cose bellissime che acquietano un poco la mia disperazione e mi fanno sentire meno sola. un abbraccio grandissimo.

  4. Grazie Infinite!Restami sempre vicina, tvb

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Associazione di volontariato "La Stanza del Figlio" - Via Milano 75, 65122 PESCARA - Tel. 3474715301 - Fax 085/2407038 - C.F.: 91076200681 - Email: la_stanza_del_figlio@yahoo.com - Privacy