Mi manchi!

Quanto mi manchi?Come? Mi manchi e basta.Sempre. Ogni giorno con le sue sventurate 24 ore, ogni ora, ogni minuto racchiuso nell’ora e ogni secondo che il minuto rilascia lentamente, troppo lentamente. Sento i passi del tempo dentro di me, scanditi e precisi mentre tu mi manchi.Che faccio?Mi dico che non è vero che non ci sei,che tu continui ad esserci perchè io ti vedo dappertutto, e mi accorgo di fare un secondo lavoro, secondo solo perchè sopraggiunto dopo il primo ma per me è quello più impotante:raccolgo parti di te rubate agli altri, un ciuffo che sembra proprio come il tuo, e poi quel timbro di voce che mi fa impazzzire,quell’andatura elegante e sbarazzina che mi fa sostare sotto la pioggia per strada ad aspettare di vederlo passare. Tanti pezzi raccolgo ma alla fine non riesco a ricomporti e allora che faccio? Ti dico buongiorno ogni mattina e buona notte? Ma no, niente è più buono nè la notte nè il giorno da quando sei scomparso.Soffio con tutto il fiato che ho nei polmoni per farti gli auguri di buon compleanno e faccio finta che le parole stanno volando su, su dove si dice che ora tu abiti e faccio finta di non sentire dolore quando ogni lettera buttata a forza nell’etere torna indietro colpendomi il viso come uno schiaffo violento….Mi manchi e basta!
Voci da “la stanza del figlio” raccolte da Luciana Orsatti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Associazione di volontariato "La Stanza del Figlio" - Via Milano 75, 65122 PESCARA - Tel. 3474715301 - Fax 085/2407038 - C.F.: 91076200681 - Email: la_stanza_del_figlio@yahoo.com - Privacy