Grappoli di anime sull’asfalto!

La morte, durante le festività, fa sempre bottino, ma mai come quest’anno!Sembra essersi accanita a mettere nel sacco più anime che poteva, anche lei forse in cerca di sconti:prendi tre paghi due. Il fatto è che lei non paga mai perchè a pagare sono loro, quei manichini, svuotati di tutto in un solo istante che si aggirano smarriti all’alba di un giorno di festa, carico di tante promesse a cercare qualcosa,un oggetto, un mazzo di chiavi, una scarpa che possano riconoscere come appartenente al loro figlio. Quante macchine cariche di allegria, speranze, risate, gioventù, scaraventate e accartocciate ai margini di una strada.! Qualcuna ha ancora la musica a tutto volume, allora no, non hanno sofferto. Chissà quanti sono stati ghermiti proprio nel momento in cui sognavano l’appuntamento con quella ragazza carina incontrata nel locale”…Allora il mio numero ce l’hai, a domani!” No, non hanno sofferto perchè si stavano riempiendo l’anima di quel profumo così delicato che emanava dalla sua pelle e che li aveva fatti impazzire di piacere!No, non hanno sofferto perchè non l’hanno vista davanti a loro, ferma ad aspettarli, loro erano impegnati a vedere il futuro su quella striscia d’asfalto.Loro no ma i genitori sì, e tanto, fino alla disperazione! ” Non l’ho potuto vedere per l’ultima volta, mi hanno chiesto solo se aveva i capelli rossi, siì li ha rossi.” Poi silenzio. Poi qualcuno passandomi accanto mi ha messo in mano qualcosa, non ci ho fatto caso subito, era un ciuffetto rosso. Non potrò mai ringraziarlo perchè non l’ho visto. E poi la storia del DNA, ma che vuol dire? Io mio figlio lo riconosco da un niente, se potessi prendergli la mano, la riconoscerei tra milioni, quella mano che appena è venuto alla luce ho preso dentro la mia, assaporandone la delicatezza, la fragranza , la richiesta di voler stare sempre con me.Ogni tanto alzano la schiena quei genitori disperati in cerca di tracce del figlio e guardano l’asfalto in tutta la sua lunghezza. Su quella striscia vedono grappoli di anime, appollaiate qua e là, ancora incredule e smarrite, forse non ancora pronte a volare.
Un abbraccio a tutti quei genitori che stanno ancora inseguendo le scie di sangue sull’asfalto. Luciana Orsatti

2 Risposte to “Grappoli di anime sull’asfalto!”

  1. Tania scrive:

    Mio figlio Mattia se n’è andato il 5 novembre 2017…..aiutatemi

    • Cara Tania, grazie per aver scritto.Certo che sarai aiutata, occorre però che tu ci racconti un po’ di più. Sono certa che lo farai, appena puoi, perché forse ora la mente è troppo piena e le parole non riescono a trovare un varco. TI è capitata la cosa peggiore che possa accadere ad un genitore ma se hai trovato la mia pagina ti sarai resa conto che risalire dal pozzo in cui sei precipitata si può. Se vuoi puoi scrivermi una mail a: la_stanza_del_figlio@Yahoo.com o telefonarmi al 3474715301. Aspetto tue notizie, non disperarti ti sarò vicina! Ti abbraccio forte forte e tvb

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Associazione di volontariato "La Stanza del Figlio" - Via Milano 75, 65122 PESCARA - Tel. 3474715301 - Fax 085/2407038 - C.F.: 91076200681 - Email: la_stanza_del_figlio@yahoo.com - Privacy