Gli auguri….di carta!

Buon compleanno, amore mio!Un altro anno è passato, è stato un lampo e un’eternità.Sono qui appoggiata ad una finestra affacciata sul nulla da dove tutta la notte ho scrutato le stelle. Ecco qualcuna si muove, proprio quella che sto fissando da un pò, sei tu? Chi può essere sennò? Alla fine l’alba ha cancellato tutto ed è rimasto solo l’azzurro che rischiarerà sempre di più. Rientro in casa, dormono tutti, buon compleanno amore mio, ma ti rendi conto che mi manchi? Quanto mi manchi?Penso a tutti quei genitori che oggi diranno al proprio figlio” Buon compleano, amore mio!” E l’abbracciano stretto, sentono il corpo sotto quel vestito, riescono a contarne anche le ossa, tanto l’abbracciano stretto. E poi quel profumo che li fa impazzire, che li ubriaca di gioia, quei capelli che gli sfiorano il mento e che portano ancora le tracce di quello shampo che ti piaceva tanto!Ed io? Chi stringo? Dove sei? Non senti quanto ti amo? Buon compleanno, ripeto con tutto il mio amore sedendomi esausta su una sedia. Ecco prendo una foto, la tua, quella che mi piace di più e non so perchè e grido forte mentre la agito tra le dita.” Buon compleanno amore mio!” ma niente si muove, perchè? Io sono qui per te! Allora prendo un foglio, un pennarello e disegno un castello, non è perfetto, tu lo sai che non so disegnare ma per te oggi lo faccio. Ecco vedi se tu vieni, anche solo per oggi ci rifugiamo qui dentro, dentro il nostro castello, quello che nei nostri giochi quando eri piccolo, ti faceva sentire così bene. Era il tuo posto sicuro, mi dicevi e lo era anche per me.Ora il posto sicuro è un pezzo di carta tra le mie mani che presto una folata di vento porterà altrove. Verrà calpestata da scarpe che non ne comprendono il valore, e il tuo compleanno diventerà…una carta sporca. No, no, buon compleanno amore mio, vado ad annusare il tuo profumo in quel posto che sappiamo solo io e te,diciamo che è il nostro nuovo posto sicuro ma….tu non ci sei, lo sai che mi manchi da morire

Luciana Orsatti della “Stanza del Figlio”

2 Risposte to “Gli auguri….di carta!”

  1. Bruna scrive:

    Riccardo…7 maggio 1992 la tua nascita.. maggio mi ha dato la mia gioia ..la mia felicità ..il mio tutto ….8 maggio 2018 un attimo e maggio si è ripreso il mio tutto …non è giusto …maggio lo aspettavo con goia da quando ho scoperto di averti dentro di me, contavo i mesi e giorni per vederti….maggio lo adoravo ..il mio mese preferito dell’anno, c’era il tuo compleanno da festeggiare ..c’era la festa della mamma con i tuoi auguri … poi invece ..maggio che tanto mi ha dato, maggio, complice con il tuo collega distratto, un attimo e ha portato via tutto ..hanno portato via il tuo sorriso …la tua generosità, la tua solarità…la tua vita ……il tuo compleanno ..DOPPIO DOLORE!!!..

  2. Cara Bruna, non lo sapevo, ma quel giorno che ho scritto il post lo stavo scrivendo anche per te. Si maggio è un mese ladro e bastardo, come tutti gli altri mesi dell’anno sul calendario di chi ha perso un figlio.Non so da dove scrivi, ma ti prego, fatti aiutare, lo devi anche a Riccardo.La perdita di un figlio non si supera mai ma quel dolore si deve circoscrivere,come si fa quando si recinta un’aiuola che protegge fiori preziosi. Non lasciamo che quel dolore allaghi tutta la tua esistenza. Se ti va scrivimi ancora magari una mail. Tvb, Luciana

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Associazione di volontariato "La Stanza del Figlio" - Via Milano 75, 65122 PESCARA - Tel. 3474715301 - Fax 085/2407038 - C.F.: 91076200681 - Email: la_stanza_del_figlio@yahoo.com - Privacy