19 marzo 2017

“Caro papà, fammi entrare, lo so non mi aspettavi o quanto meno non ora ma io sono venuto a portarti il mio regalo per la tua festa: sono qui per accarezzarti il cuore, quel cuore che continui incessantememte a maltrattare, violentare e dimenticare in ogni angolo del mondo, nel buio della notte e nelle solitudini di certi giorni, lontano dalla vista di tutti. Non vuoi testimoni tu, dello scempio che stai facendo, vuoi che tutto appaia come se tu fossi il più forte della famiglia, come se quel ruolo te lo fossi cucito addosso e nessuno deve sospettare cosa si cela sotto il tuo abito, sempre ben curato e alla moda. Io so, ascolto i tuoi singhiozzi silenziosi, vengo travolto dalla tua nostalgia di me struggente e disperata,dal tuo grido alle stelle di farmi tornare indietro da te, come quei giorni passati insieme. Papà, tu non lo sai perchè nessuno te l’ha mai detto,ma io,quel giorno, ben scolpito nella tua memoria, ho portato via con me una cosa di te che ti appartiene e cioèl’ultima cosa che i miei occhi hanno visto:il tuo sguardo immoble su di me, di una dolcezza indescrivibile, è l’ultimo dono che mi hai fatto senza che tu ne fossi a conoscenza. Io lo porto sempre con me e posso continuare a guardare l’universo attraverso i tuoi occhi.Quel giorno, però, ti ho anche restituito il mio, ma tu eri troppo sconvolto, non ci hai fatto caso ma io oggi sono venuto a ricordartelo. Cercalo, dove l’hai nascosto? Certamente tra le pieghe di quel cuore che maltratti e stritoli senza pietà, non farlo più ti prego, rimetti insieme i pezzi e lo troverai. Guardalo ancora e ancora per tutto il tempo che ti ci vuole per convincerti che il suo posto è lì,che si nutre dei tuoi battiti e che rimarrà lì come guardiano della tua vita per sempre.Oggi ti accorgerai che il mondo che ti circonda è diverso, c’è qualcosa che lo tinge di bello, non chiederti perchè, stai solo imparando a guardarlo con i miei occhi.E’ il dono più bello che io potessi farti, accettalo, ti prego,perchè io continuo ad essere e lo sarò per sempre tuo figlio!”
Luciana Orsatti abbraccia con affetto tutti i papà del mondo

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Associazione di volontariato "La Stanza del Figlio" - Via Milano 75, 65122 PESCARA - Tel. 3474715301 - Fax 085/2407038 - C.F.: 91076200681 - Email: la_stanza_del_figlio@yahoo.com - Privacy