Chi siamo

Presidente dell’Associazione è la Dottoressa Luciana Orsatti, Psicologa e Psicoterapeuta, approdata dopo 25 anni di insegnamento alla psicoterapia ad indirizzo psicodinamico, nella maturità di una scelta non facile. Il percorso intrapreso ci mostra infatti in tutte le sue tappe le asperità di un incontro costante con un’umanità dolente e disagiata.

Dopo un tirocinio in una struttura ospedaliera, a contatto con giovani pazienti gravemente malati, la Dottoressa Orsatti avverte naturale il passaggio al sostegno delle famiglie colpite dalla perdita prematura degli affetti più forti in contesti sociali difficili dove alla sofferenza e al dolore si aggiunge il peso della difficoltà economica e della solitudine. E così il dramma di famiglie, di genitori costretti a confrontarsi con un lutto “spiazzante” perché avvertito come innaturale, diventa centrale nel suo interesse umano e terapeutico.L’esperienza clinica maturata, è infatti socio fondatore dell’Istituto Psicoanalitico Abruzzese, la pone da anni al servizio di attività di sostegno, assistenza e partecipazione in un universo di sofferenza che troppo spesso sfugge all’attenzione dei più. E proprio dal bisogno di socializzare quest’esperienza, di nutrirla con nuove energie, nasce la “Stanza del Figlio” che non è solo il luogo in cui un dolore si cristallizza ma anche uno spazio prezioso in cui il sapere, le capacità relazionali ed umane di ciascuno possono rompere la rigidità del dolore.

La sua equipe è formata da psicologi, medici e soprattutto semplici cittadini che si sono imbattuti in questo tipo di lutto e hanno trovato la forza di farsi aiutare. Sono essi infatti che con la loro collaborazione e il loro coraggio ci hanno permesso di ascoltare i loro racconti, la loro testimonianza vissuta in prima persona e soprattutto di individuare gli strumenti che possono aiutare in una circostanza così dolorosa. I loro vissuti sono stati preziosi esempi di speranza e ci hanno aiutato a trovare le risposte ai molti dubbi e agli interrogativi che assalgono nei momenti di maggiore sofferenza. Soprattutto ci hanno fatto comprendere che la scomparsa di un figlio è un evento che spacca la vita in due e che dopo non si potrà mai più essere gli stessi. Col tempo, con l’aiuto e la collaborazione di altri che hanno vissuto la loro stessa esperienza e con la guida di un esperto che sappia contenere il loro dolore e fornire un valido sostegno emotivo e psicologico, si può riuscire a prendere coscienza che il fatto sia veramente accaduto e che niente e nessuno può far sì che si possa tornare indietro a cancellarla. Accettando di farsi aiutare invece si potrà giungere a tollerare l’avvenimento, a prenderne atto emotivamente e a intraprendere il cammino della “sopravvivenza” e scoprire che si può ancora vivere, amare, sorridere.

Associazione di volontariato "La Stanza del Figlio" - Via Milano 75, 65122 PESCARA - Tel. 3474715301 - Fax 085/2407038 - C.F.: 91076200681 - Email: la_stanza_del_figlio@yahoo.com - Privacy